fbpx

Scuola: quello che attiene al mondo scolastico, dell’età evolutiva in termini di apprendimento e di comportamento.

Una modalità del fare grammatica nella scuola primaria che ha come fine: sviluppare il linguaggio, accrescere conoscenze sulla lingua: scoprire come funziona una lingua e possibilmente perché funziona in quel modo, maturare nei bambini la capacità di ragionare, sulle cose e in astratto.La pista di la...

Leggi di Più»

Molti ragazzi vedranno le Cronache di Narnia. Qualcuno le leggerà anche, ma saranno pochi, stando alle statistiche che registrano l’uso che si fa in Italia di un libro dopo che si è comprato. Solitamente gli educatori considerano questi dati con rammarico, perché pensiano che l’immagine del mondo che i libri danno ai ragazzi sia più ricca e più vera di qu...

Leggi di Più»

Vorrei proporre, all’attenzione di qualsiasi lettore interessato, un’ indagine ad ampio respiro su due categorie che avranno, quasi sicuramente, ingombrato del loro peso l’ esistenza di qualsiasi essere umano: la fatica e la pigrizia. Vorrei, qui, inquadrarli non sotto parametri psicologici o fisiologici bensì analizzarli sotto un profilo fenomenologico. La...

Leggi di Più»

Il tema TV suscita molto interesse nei genitori, preoccupati di trovare la soluzione giusti rispetto all’argomento. Si potrebbe iniziare considerando il fatto che la televisione è oggi presente in tutte le case, se ne parla ovunque, anche a scuola, dove spesso viene anche utilizzata. Da un lato essa può presentare aspetti negativi e suscitare preoccupazioni, ma dall’altro presenta anche aspe...

Leggi di Più»

Iniziamo col dire che la lettura è un’abilità richiesta in ogni area disciplinare, a fronte della sua importanza si deve rivolgere uno specifico pensiero al ruolo che i genitori svolgono nel suo apprendimento. L’introduzione al mondo della lettura infatti, non avviene certo con l’inizio della scuola, piuttosto nell’ambito familiare e molto presto. Esiste una forma di lettura più semplic...

Leggi di Più»

Durante il primo periodo, infanzia-fanciullezza, il bambino cresce vicino ai propri genitori, ne fa i propri modelli, vive in armonia con loro, con le loro idee, i loro suggerimenti, senza metterli in discussione. Tutto ciò cambia dopo i 12 anni, quando le idee del ragazzo iniziano a divergere da quelle dei genitori e solo dopo una piena realizzazione di tale divergenza può ritornare la sintonia...

Leggi di Più»

Nelle prime pagine di “Tom Sawyer”, Mark Twain commenta un certo modo di guardare i ragazzi: “L’anziana signora fece scivolare gli occhiali sul naso e guardò al di sopra di essi, poi li sollevò sulla fronte e guardò al di sotto; raramente le capitava di guardare attraverso le lenti una cosa insignificante come un ragazzo”. (Twain, 1987, p.5) Era quello lo sguardo degli ins...

Leggi di Più»

Un romanzo illustra ai ragazzi le dinamiche di gruppo e la varietà dei modelli organizzativi. L’autore è Fabio Morabito e il romanzo si intitola “Quando le pantere non erano nere”, Può essere letto nelle scuole per introdurre preadolescenti e adolescenti all’osservazione delle relazioni nei gruppi. Chi ha letto “I ragazzi della Via Pal” di Molnar sa...

Leggi di Più»

La paura del buio è un fenomeno molto frequente nei bambini di età compresa tra i due e cinque anni. È infatti a partire da questa età, che i bambini sviluppano la consapevolezza del pericolo, che diventa così elemento della loro immaginazione. La notte, caratterizzata dal buio e dal silenzio, diventa il momento più adatto per mettere in moto fantasie sui mostri ed esseri mi...

Leggi di Più»

Guardando all’amicizia intima come ad un processo continuo di sviluppo che include gli aspetti più maturi sotto la stessa definizione concettuale, è stata formulata la seguente definizione: L’amicizia intima è una configurazione di elementi diversi, ma coerentemente collegati e quantitativamente proporzionati. Il contenuto dell’amicizia intima comprende 8 dimensioni: 1:...

Leggi di Più»