fbpx

Scuola: quello che attiene al mondo scolastico, dell’età evolutiva in termini di apprendimento e di comportamento.

Quando si parla di sviluppo non ci si riferisce ad un processo lineare ed omogeneo, bensì ad un complesso divenire di diverse variabili endogene che si intersecano, a loro volta, con le variabili ambientali. Dopo gli studi, fondamentali, di Piaget, Vigotskij, Bruner (versante cognitivo) e di Anna Freud, Klein, Mahler (versante psicodinamico), oggi siamo concordi nell’affermare che lo sviluppo i...

Leggi di Più»

Bruner ritiene che l’acquisizione e l’interiorizzazione delle norme sociali sia un processo facilitato dalla capacità degli individui d sfruttare le potenzialità della narrazione. La narrazione non è solo un processo di acquisizione mentale ma diviene una pratica di acquisizione sociale che in particolare, nel bambino aiuta a stabilizzare le pratiche della vita sociale. L’autore ritiene c...

Leggi di Più»

Il bambino durante il suo sviluppo può evidenziare atteggiamenti aggressivi, che in genere non sono presi molto in considerazione dai genitori e dagli educatori che credono nella loro non competenza in materia che saranno superati con l’età. Dati scientifici invece ci dimostrano e sottolineano che nell’ambiente in cui vive il bambino privo di sufficienti supporti educativi, a svilupparsi...

Leggi di Più»

Per il bambino, il disegno e il gioco rappresentano gli strumenti principali di esplorazione e di presa di coscienza di sé, di essere altro dal mondo esterno, fatto di persone ed oggetti. Il gioco rappresenta tuttavia un tipo di attività che si attua attraverso i rapporti tra fanciullo e mondo esterno, mentre il disegno va via via assumendo, nel corso della crescita individuale, una funzio...

Leggi di Più»

Quante situazioni astruse e complesse vivono oggi gli insegnanti e i dirigenti alle prese con tutti coloro che hanno a che fare con il sistema scolastico. Professionisti diversi appartenenti a istituzioni e servizi differenti che spesso si occupano dello stesso alunno ma parlano linguaggi differenti. Ogni giorno i professionisti dell´educazione giocano ruoli diversi e cercano di districarsi in un...

Leggi di Più»

Introduzione La scuola, insieme alla famiglia, è la principale agenzia di formazione e di socializzazione dell’individuo, uno dei perni su cui far leva per promuovere il benessere integrale (fisico, psicologico, relazionale) dei nostri ragazzi. La scuola, infatti, non è e non può essere il luogo dove avviene la pura e semplice trasmissione delle nozioni, dove ci si limiti a f...

Leggi di Più»

Fin dalla vita intrauterina il bambino sperimenta il suo corpo e le sue potenzialità attraverso dei movimenti propedeutici alla vita extra uterina. In questo modo lui potrà apprendere alcune gestualità, si svilupperanno in questo modo alcuni pensieri, stili di comportamento e cosa ancora più importante ci sarà lo sviluppo del temperamento, che è ben diverso dal carattere, che gli permetterà...

Leggi di Più»

Il gioco simbolico, che fa il suo esordio attorno ai 12/15 mesi di vita e si sviluppa nell’arco di tutta la prima infanzia, è il comportamento ludico infantile caratterizzato da finzione; il gioco di finzione è esperienza culturale e di crescita autentica e imprescindibile. In questa categoria di giochi possiamo annoverare giochi di impostazione costruttivistico/costruzionista (lego, mec...

Leggi di Più»

La stanza dei giochi: il bambino in terapia familiare Parlando di metafore, la tematica prende forma e ci trasporta ancor più quando si utilizzano con i bambini. La metafora con i bambini manifesta tutta la sua efficacia nella cornice della spontaneità, ed è per i piccoli un valido linguaggio di comunicazione, capace   di mediare il cambiamen...

Leggi di Più»