fbpx

Scuola: quello che attiene al mondo scolastico, dell’età evolutiva in termini di apprendimento e di comportamento.

La finalità di questo contributo consiste nel delineare la figura del giovane adulto nella classe di lingua. Dopo una breve descrizione degli scenari glottodidattici che coinvolgono questa tipologia di studente, si passerà ad individuarne i tratti caratteristici a livello psicologico e neurofisiologico e si discuteranno la rilevanza glottodidattica del concetto stesso di giovane adulto e le cara...

Leggi di Più»

Questo contributo mira ad illustrare i principi teorici della metodologia ludica per l’insegnamento delle lingue, sottolineandone la validità e le peculiarità nei diversi contesti d’insegnamento, che coinvolgono studenti di età diverse. In genere la dimensione ludica dell’apprendimento viene considerata soprattutto da chi opera con bambini, perché si ritiene che il gioco costituisca la m...

Leggi di Più»

Nella letteratura glottodidattica esistono alcune classificazioni dei giochi linguistici secondo la loro tipologia: si distingue così tra giochi comunicativi, a schema, di memoria, di movimento, filastrocche e canzoni... (Per un vasto e completo repertorio di tecniche ludiche classificate per tipologia si rimanda a Caon e Rurka, 2004). In questa sezione prenderemo spunto dalle classificazio...

Leggi di Più»

Etimologicamente una contraddizione: il significato originale della parola educazione viene dal latino ex-ducere che significa letteralmente condurre fuori, far venire alla luce qualcosa che è nascosto. L´idea deriva dalla filosofia platonico-socratica, secondo la quale imparare altro non è che un "ricordare" dalla nostra passata esistenza, e...

Leggi di Più»

Introduzione Tutti gli uomini ritengono che il pensare sia un’attività spontanea, equivalente al camminare o al respirare. In effetti, da quando il cervello si costituisce nel mondo vitale e come unità operativa di alcuni organismi viventi si può sostenere esista il pensiero. Tuttavia, l’estrema individualità che caratterizza lo stile del pensiero di ognuno, e le...

Leggi di Più»

ABSTRACT In questo contributo si affronterà l’affascinante tema dell’apprendimento infantile a partire da una prospettiva sia neurologica sia psicologica che metterà in luce da un lato lo sviluppo di strategie matetiche sempre più complesse e dall’altro i correlati neurologici che sottostanno allo dinamiche di apprendimento infantile. Si delineeranno in prospettiva...

Leggi di Più»

Abstract Lo studio delle interfacce naturali ed artificiali trova un pionieristico mezzo teorico nel pensiero di Vygotskij che già nei suoi studi in “Pensiero e linguaggio” del 1936 avvertiva la necessità di un mezzo che mettesse in comunicazione mondo esterno e mondo interno nell’uomo. Lo scopo di questo articolo è quello di mettere in luce l’...

Leggi di Più»

Dalla Psicologia dell’Età Evolutiva alla Psicologia dello Sviluppo Nel presente lavoro si è scelto di trattare i nodi teorici attuali della psicologia dello sviluppo. La scelta è stata dettata principalmente dalla considerazione che chiarire e comprendere i nodi teorici attuali della disciplina sia preliminare a qualunque altro di...

Leggi di Più»

SOMMARIO La didattica della matematica risente di una forzatura sul piano verbale e riflessivo che non rispecchia le caratteristiche dei bambini di oggi. Per utilizzare una metafora, occorre che l’insegnamento passi da DOS a WINDOWS. In questo senso il metodo qui esposto propone di valorizzare le potenzialità degli alunni promuovendo un apprendimento d...

Leggi di Più»