fbpx

Mente: tutto quello che attiene alla parte cognitiva, le abilità, le competenze.

Abstract Il teatro è crescita, condivisione e paradosso. Per quanto sembri anarchico è strutturato su una gerarchia retta da regole assai rigide . La poca costanza non permette la messa in scena. Bisogna lavorare sulla responsabilità personale di ciascun appartenente al gruppo teatro. La scena è creativa e spontanea: la spontaneità è l’acquisizione di un gesto non natura...

Leggi di Più»

Il suo nome dice poco, ai più – ma basta una sua illustrazione, ché i suoi disegni hanno influenzato l’arte tutta e hanno accompagnato grandi opere altrui (al punto che pochi si ricordano che fu anche scrittore). Un tocco moderno di china e inchiostro, spesso irriverente, sovente con tematiche erotiche e mitologiche – un rappresentante celebre e scomodo dell’Art Nouveau, con una vi...

Leggi di Più»

Non fu mai indipendente – cercò di continuo un rifugio, un approdo, una rassicurazione. E per gran parte della sua vita, i giorni furono segnati da un carattere indeciso e afflitto dall’abuso di oppio. Il risultato fu una produzione letteraria minore di quel che il talento promettava – ma con un paio di perle che sono arrivate sino a noi, poetiche e visionarie come lui....

Leggi di Più»

Aveva un volto bello, di una bellezza levigata e leggermente diafana. Coi suoi enormi occhi spalancati sul mondo avrebbe visto provato e sofferto infinitamente per poi diventare semplicemente lei, non più moglie di un celebre poeta, ma Mary Shelley, l’“inventrice” di Frankenstein e l’artista ancora oggi sconosciuta. Ci sono persone che vivono a lungo, più o meno sere...

Leggi di Più»

Il binomio arte e squilibrio mentale mai fu più chiaro e universalmente riconosciuto come nel suo caso. Ogni particolare in van Gogh ci parla di un’inquietudine disperata e patalogica – la sua vita compulsiva di creativo “dannato” è un inno al cliché dell’artista e lo rende affascinante, forse ancora più talentuoso. Senza dubbio molto triste. Vincent van Gogh...

Leggi di Più»

Suo padre era un ottimo rappresentante della pittura in stile Caravaggio. E, si dice, tale padre tale figlia. Ma lei, Artemisia, fece di più: svilluppò uno stile proprio, fervente, teatrale, quasi disperato – e vi riuscì perchè fu la sua vita a essere così (prima ancora della sua arte). Nata a Roma nel 1593, cresciuta ovviamente tra pennelli e tele nella bottega pat...

Leggi di Più»

Immaginate di avere un talento – un dono, chiamatelo come volete. Lo avete in somma misura: non siete solo capaci, siete grandiosi. E’ la vostra vita, il motivo primo, la spinta, l’identità. E accade poi qualcosa che rischia, lentamente, giorno dopo giorno, come spada di Damocle, di togliervi tanta fortuna, la passione tutta, l’eccellenza. Beethoven divenne...

Leggi di Più»

Avete mai visto il suo ‘Valzer’? Due corpi incantati (nel senso di incatenati), avvinti, abbandonati a se stessi, dita che si sfiorano, la veste di lei che si scioglie nella materia – si percepisce il possesso. La scultrice è una giovane donna sfortunatissima, densa di un’intensità mentale e carnale che sta tutta nella sua arte – nelle sua mani, sì. Nelle sue mani pe...

Leggi di Più»

Elton John fu probabilmente il suo più arguto analista: perennemente sul lettino, questa drammatica e mitica donna non fu mai così chiara come nelle parole della canzone a lei dedicata – Candle in the wind, un’immagine perfetta e precisa. Oggi lei avrebbe ottantuno anni – un’età discreta, ma non così longeva per i canoni attuali. Sarebbe un’anziana e pacifica ex attrice (...

Leggi di Più»

Ci sono vite che non stanno in pochi fogli – e così le menti che le hanno abitate. E talvolta sono vite controverse, complesse, di così tante sfumature, che non sai alla fine che pensarne. Centouno sono stati gli anni che Leni Riefenstahl ha trascorso tra noi – e non ne ha sprecato nemmeno uno. Era una di quelle donne terribilmente talentuose, in una maniera versatil...

Leggi di Più»