fbpx

Quando si parla di sviluppo non ci si riferisce ad un processo lineare ed omogeneo, bensì ad un complesso divenire di diverse variabili endogene che si intersecano, a loro volta, con le variabili ambientali. Dopo gli studi, fondamentali, di Piaget, Vigotskij, Bruner (versante cognitivo) e di Anna Freud, Klein, Mahler (versante psicodinamico), oggi siamo concordi nell’affermare che lo sviluppo i...

Leggi di Più»

L´attuale complessità e interdipendenza tra problematiche sociali ed economiche, la diffusione delle tecnologie dell´informazione e della comunicazione e la globalizzazione delle relazioni, hanno creato la necessità di sostenere con continuità gli individui nella loro capacità di partecipare ad un ambiente così dinamico. Educazione ed istruzione vengono sollecitate dalle esigenze di progres...

Leggi di Più»

Nel maggio 2001 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato la “Classificazione internazionale del funzionamento, della salute e disabilità”, l’ICF. Nell’autunno del 2006 viene presentata a Tunisi, al meeting annuale del Network of WHO Collaborating Centres for the Family of International Classifications (WHO-FIC), la versione dell’ICF-CY. L’ICF-CY è stato ufficialm...

Leggi di Più»

Tutte le professioni che si svolgono all´interno di rapporti interpersonali si svolgono su due livelli: uno contenutistico, che si riferisce più al ruolo e alle competenze professionali e uno più relazionale, che si riferisce agli aspetti più intricati della comunicazione e della personale capacità di interagire in modo efficace con l´altro. Il lavoro dell´insegnante a pieno titolo r...

Leggi di Più»

La fase di inserimento del bambino nell’asilo nido è un momento molto delicato che prevede l’adattamento del bambino in un contesto diverso dall’ambiente familiare. Tale passaggio dovrebbe avvenire nel modo meno traumatico possibile: questo dipende sia dalla capacità dell’educatore di accogliere le richieste evolutive del bambino, sia dal vissuto dei genitori nel momento del distacco dal...

Leggi di Più»

Introduzione Tutti gli uomini ritengono che il pensare sia un’attività spontanea, equivalente al camminare o al respirare. In effetti, da quando il cervello si costituisce nel mondo vitale e come unità operativa di alcuni organismi viventi si può sostenere esista il pensiero. Tuttavia, l’estrema individualità che caratterizza lo stile del pensiero di ognuno, e le...

Leggi di Più»

SOMMARIO La didattica della matematica risente di una forzatura sul piano verbale e riflessivo che non rispecchia le caratteristiche dei bambini di oggi. Per utilizzare una metafora, occorre che l’insegnamento passi da DOS a WINDOWS. In questo senso il metodo qui esposto propone di valorizzare le potenzialità degli alunni promuovendo un apprendimento d...

Leggi di Più»

Ai fini della misurazione dell´apprendimento, relativamente al dominio cognitivo, lo psicologo B. Bloom ha proposto la seguente tassonomia, che comprende diversi livelli di prestazione (ordinati dal più semplice al più complesso, in modo che l´obiettivo superiore presupponga il conseguimento di quello inferiore), cui dovrebbero corrispondere specifici livelli di abilità e di capacità intelle...

Leggi di Più»