fbpx

Relazioni: articoli riguardanti ogni forma di relazione, coppia , genitori-figli, amicizia, etc

Termine introdotto da Mary Ainsworth per indicare la situazione di sicurezza fornita da una figura di attaccamento. Il bambino ricerca la base Sicura nei momenti di minaccia, di paura, di sconforto, di malattia, per ricercare cure e protezione. La vicinanza con la figura di attaccamento che è in grado di rappresentare una Base Sicura per il bambino fa sì che il sistema di attaccamento si disatti...

Leggi di Più»

(Internal Working Models). Mappe o modelli del mondo e del sé, che organizzano e veicolano la lettura e l’interpretazione dell’altro e di se stessi, nonché le aspettative che ne derivano circa entrambi. Queste mappe, pur essendo cognizioni di tipo cognitivo, si organizzano a partire da esperienze emotive, legate al bisogno di protezione ed ai sentimenti dolorosi. Le ripetute int...

Leggi di Più»

Termine etologico, utilizzato da Bowlby per descrivere la tendenza a stabilire un legame di attaccamento verso una figura preferenziale, generalmente la madre. L’idea di Bowlby fu in origine stimolata dagli studi di Lorenz sull’imprinting. In realtà, l’attaccamento nell’uomo non è monotropico, ma piuttosto gerarchico, con un elenco ordinato di agenti di cura preferiti, all...

Leggi di Più»

Categoria di classificazione derivante dalla Strange Situation. Al momento del ricongiungimento con la madre, il bambino evita il contatto con lei, piuttosto che ricercare in questa calma e conforto. È inoltre incapace di riprendere a pieno il gioco esplorativo. L’attaccamento evitante è stato posto in relazione a madri che ignorano o evitano sistematicamente il proprio bambino.

Leggi di Più»

Condizione per la quale un organismo è legato emotivamente ad un altro, ritenuto in grado di offrire protezione, conforto e cure. È caratterizzato dalla ricerca di vicinanza verso l’organismo accudente, ritenuto una base sicura ed un rifugio sicuro, e dall’ansia da separazione in assenza di questa.

Leggi di Più»

«Il comportamento di attaccamento è quella forma di comportamento che si manifesta in una persona che consegue o mantiene una prossimità nei confronti di un´altra, chiaramente identificata, ritenuta in grado di affrontare il mondo in modo adeguato. Questo comportamento diventa evidente ogni volta che la persona è spaventata, affaticata o malata, e si attenua quando si ricevono conforto e cure...

Leggi di Più»

Categoria di classificazione derivante dalla Strange Situation. Il bambino Ambivalente non è in grado riprendere l’esplorazione e di terminare le proprie proteste al momento del ricongiungimento col genitore, durante la Strange Situation. Per questo motivo, questo attaccamento è anche detto resistente. L’attaccamento ambivalente è stato posto in relazione a madri intrusive o c...

Leggi di Più»

(Adult Attachment Interview) [Intervista sull’attaccamento nell’adulto]. Intervista semistrutturata, in cui il soggetto è invitato a raccontare le sue prime esperienze di attaccamento, descrivendo emozioni e sentimenti nei confronti dei genitori (o delle figure di attaccamento di allora), e le esperienze di perdita significative. Gli autori descrivono la A.A.I. come uno strumento in grado di...

Leggi di Più»

La Teoria dell’Attaccamento: assunti di base La Teoria dell’Attaccamento (TdA) di John Bowlby (1969/1988) postula che l’essere umano presenti già dalla nascita una predisposizione innata a formare legami di attaccamento con le figure genitoriali primarie, le Figure di Attaccamento (FdA). Gli ormai famosi esperimenti Harlow (1961...

Leggi di Più»

Il volume presenta una revisione e un adattamento italiano ad uno strumento di tipo semiprotettivo utilizzabile sia per fini clinici che di ricerca, che consente di misurare le caratteristiche di personalità e i rischi di esiti psicopatologici in bambini di 4-7 anni, attraverso le reazioni e le risposte a ipotetiche separazioni dei genitori; nella versione italiana, il test permette di rilevare i...

Leggi di Più»