fbpx

Abstract L’eccessiva e talvolta violenta presenza dell’uomo sulle spiagge nei mesi estivi può spesso influenzare le basi comportamentali d’un organismo animale ben adattato. Ma quale tipo di complessità evolutiva sia indispensabile perché pressioni di origine antropica possano determinare un meccanismo d’apprendimento su base cognitiva è argomento poco discusso. Da tale studio è emers...

Leggi di Più»

Introduzione Nel secolo scorso l’evoluzionismo darwiniano si è del tutto affermato nella biologia, ma anche, nella seconda metà del secolo, nella antropologia per quanto riguarda la filogenesi delle culture e dei gruppi umani. Anche nella neurologia le ricerche e gli studi di Edelman ( Edelman G.M. 1987, 1989) hanno avanzato un modello evoluzionista relativamente all’ontogen...

Leggi di Più»

Il nostro comportamento è determinato dai geni? L’innamoramento è solo un processo biologico? Esiste una bellezza universale? Siamo (i maschi) poligami “per natura”? L’aggressività è un prodotto del nostro passato di scimmie cacciatrici? Domande come slogan dal sapore sensazionale di questo tipo sono diventate il pane quotidiano della divulgazione scientifica, dai do...

Leggi di Più»

Introduzione L´evoluzione darwiniana spiega come da un replicatore si può giungere ad organismi più complessi. I geni sono quanti di conoscenza biologica trasmissibile e oggi si trovano all’interno delle cellule che costituiscono le piante e gli animali. Una scimmia cominciò a produrre segnali sonori dotati di senso e si formarono circuiti per la prima grammatica. Oggi i...

Leggi di Più»

Premessa generale. Nel presente scritto si proporrà una sintesi delle principali teorie etologiche in chiave evoluzionista in tema di altruismo e si tenterà di verificare quanto esse siano applicabili alla ricerca intorno le origini del comportamento altruistico nell’Homo sapiens. Di altruismo umano si sono occupate molte svariate discipline scientifiche, denominate c...

Leggi di Più»