fbpx

Psico Wiki, Scuola

Percezione Olfattiva

Il neonato mostra reazioni differenziali a diversi tipi di odori (acido acetico, alcool feniletilico, anice, assafetida) proprio come avviene nell’adulto, presentando anche il cosiddetto effetto di ripetizione (abitazione progressiva allo stimolo) e l’effetto di ordine della presentazione (influenza di un odore su quello presentato successivamente).
E’interessante notare come la presentazione di un odore piacevole provochi una corrispondente espressione facciale di gradimento, viceversa un odore sgradevole provoca una mimica di disgusto:
di conseguenza il lattante userà questo suo potere discriminativo per localizzare una fonte di odore piacevole come il seno materno (bambini allattati al seno si orientano più a lungo verso l’odore materno rispetto a coloro che hanno preso il latte dal biberon). La semplice esposizione a determinati odori è sufficiente per produrre una familiarizzazione e suscitare reazioni di orientamento preferenziale da parte del neonato.

Staff

Staff

Aggiungi commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.