fbpx

Libri

Management Research Methods: Complessità della Ricerca

“Every day, managers are involved in designing projects, jobs, organisational or departmental structures, and ways of matching individual and group needs in organisations. They base their decisions on existing knowledge resulting from what they or others have learnt from applied or pure academic research. In fact, designing questions to solve management problems is such a fundamental skill that we overlook its significance as major factor contribuiting to quality management”
La ricerca è importante”: è uno slogan sempre più spesso rintracciabile sui quotidiani e nelle frasi di politici, imprenditori, manager e uomi di cultura. Purtroppo si tratta davvero solo di uno slogan. Esistono varie forme di ricerca, diversificate per focus, metodologie, eventuali obiettivi applicative e, non da ultimo, sistemi di finanziamento.

Lo specifico della “management research” è di operare nell’area del management, ossia centrandosi su una disciplina di tipo applicativo i cui scopi sono, sinteticamente, identificare gli obiettivi di una azienda (o di una istituzione) e indirizzare l’organizzazione verso il loro perseguimento.

La  complessità della disciplina è facilmente intuibile se si assume che onere dei manager non è solo il coordinare risorse (umane, finanziarie, tecniche) ma anche e soprattutto l’integrare le diverse spinte provenienti dal mercato, dagli stakeholders e dai diversi attori organizzativi e sociali.

La ricerca in ambito manageriale viene inevitabilmente influenzata da questa complessità e anche, ovviamente, dagli interessi specifici dei ricercatori. E’ infatti evidente che gli sforzi dei ricercatori accademici (università e business schools) sono prevalementemente orientati all’elaborazione di teorie esplicative e sufficientemente generalizzabili a diversi contesti mentre lo scopo dei ricercatori appartenenti alle consulting firm hanno obiettivi più perimentrati e, di norma, fortemente centrati sulla generazione di soluzioni concrete a problemi ed esigenze aziendali specifiche, spesso di breve, medio periodo.

Oggi chi, come manager, consulente o come accademico, si pone obiettivi di innovazione gestionale dovrebbe essere sufficientemente preparato in almeno 3 macro aree di competenza (1):

  1. tecniche di analisi e di intervento organizzativo (a.e. check up organizzativo, sviluppo organizzativo, implementazione strategica, TQM, BPR, Project management, change management)
  2. rappresentazione organizzative (a.e. disegni di strutture e processi, mappature di competenze, relazioni sociali, culture e climi)
  3. metodi di ricerca (disegni di ricerca, ricerca quantitativa, ricerca qualitativa, ricerca partecipata).

Il volume che qui viene presentato è mirato allo sviluppo delle competenze proprio nell’area dei metodi di ricerca ed approccia il lettore secondo una modalità precisa ed amichevole.

Gli autori guidano il lettore nella comprensione dei processi base della ricerca e, soprattutto, nella identificazione degli obiettivi di ricerca collegabili ad aspetti manageriali. Vengono mostrate le modalità tramite cui sono state sino ad oggi progettati e gestiti progetti di ricerca,  le fonti della letteratura esistente, le principali procedure utilizzate nella raccolta dei dati primari, le tecniche per analizzare e presentare dati, le modalità auspicabili nella stesura di un report finale.

Questa impostazione aiuta anche il lettore neofita a non perdersi in una delle contrapposizione classiche nell’ambito della ricerca: il conflitto (apparentemente insanabile) tra il paradigma positivistico e il paradigma fenomenologico.

Questa contrapposizione, di cui in ambito manageriale molto si dibatte sin dagli anni novanta del secolo scorso, è rappresentabile come segue (2):

Positivistico / quantitativo Fenomenologico / qualitativo
Natura della realtà una realtà
data
realtà multipla
socialmente costruita
Orientamento del ricercatore ricercatore obiettivo
ricercatore esterno
ricercatore soggettivo
ricercatore partecipante
Tipo di dati numerici e categorizzati
molti casi
descrizione di contesto
pochi casi o caso unico
Tipo di analisi focus sulla similarità
controllo del contesto
focus sull’unicità
uso del contesto per interpretare i dati
Obiettivo della ricerca semplificare, predire, spiegare comprendere e sostenere
Questioni appropriate “fatti” “significati”

Il lettore viene guidato a superare l’apparente conflitto considerando che:

  • in ambito manageriale i momenti di ricerca e quelli di intervento non sono scindibili (ricerca classica e consulenza sono legati dal fatto di operare entro contesti sociali vitali e non trasferibili entro un laboratorio)
  • ciò che è rilevante è la comprensione delle potenzialità e dei limiti del metodo scelto e delle implicazioni etiche che ne derivano.

Particolarmente interessante è proprio il capitolo dedicato agli ethical issues. In altri volumi dedicati alla metodologia della ricerca il tema è spesso solo accennato o presentato con forti richiami filosofici ma scarse declinazioni operative. In questa opera invece vengono chiaramente identificate:

  • le componenti dello scenario etico (manageriale e scientifico) entro cui si possono svolgere interventi di ricerca
  • il significato di consenso informato e la sua rilevanza nella corretta generazione dei dati
  • le azioni concrete che sostengono una modalità operativa eticamente corretta
  • l’impatto dei diversi tipi di ricerca ( a.e. intervista vs survey) sui principi etici

In sintesi finale: è un manuale che riesce ad unire rigore scientifico e attenzione alla applicazione dei metodi senza trascurare semplicità e scorrevolezza. Può essere un valido sussidio sia per chi si avvicina al mondo della ricerca accademica in ambito socio-economico, sia (soprattutto) per i professional ed i manager che vogliano comprendere limiti e potenzialità delle diverse metodologie.

Note:    (1) Cfr. G.Costa, R.C.D. Nacamulli 1996     (2) Cfr. Feldman 1990

Cambridge University Press: è una casa editrice inglese di proprietà dell’Università di Cambridge. Per dimensioni è la seconda casa editrice universitaria al mondo, secondo solo alla Oxford University Press. E’ anche una delle più antiche, essendo stata fondata con una licenza di stampa nel 1543. Informazioni e cataloghi all’indirizzo www.cambridge.org

Autori:

Phillys Tharenou – Dean of Research in the Division of Businesss, University of South Australia

Ross Donohue – Lecturer in the Department of Management, Monash University. Victoria

Brian Cooper – Lecturer in the Department of Management, Monash University, Victoria

Indice del volume:

Part 1: Introduction

  • The research process

Part 2: Research designs

  • Experimental and quasi-experimental designs
  • Correlational field study (survey) designs
  • Case study research designs
  • Action research designs

Part 3: Methods of data collection

  • Asking questions: questionnaires and interviews
  • Documentation and observation

Part 4: Measurement

  • Reliability and validity
  • Scale development

Part 5: Methods of data analysis

  • Quantitative data: data set-up and initial analysis
  • Quantitative data: multivariate data analysis for answering research questions and hypothesis testing
  • Content analysis

Part 6: Reporting research findings and ethical considerations

  • Writing up a quantitative or qualitative project
  • Ethical issues and conduct in the practice of research

Titolo: Management Research Methods

Autori: Phyllis Tharenou, Ross Donohue, Brian Cooper

Casa editrice: Cambridge University Press, UK

Anno: 2007

N. Pagine: 338

Alessandro Reati

Alessandro Reati