Informazioni sull'autore

Disponibile Solo versione Premium

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Disponibile Solo versione Premium

Allenameto all’armonia ed alla positività

Breve Estratto

È possibile trasformare qualcosa di negativo in positivo, migliorando la qualità della propria vita? Si può imparare a vedere gli eventi della vita da altri punti di vista, da altre prospettive, in modo da vivere meglio? Qualche piccolo suggerimento tratto da esperienza personale e vita quotidiana.

Ultimamente ho letto molto di psicologia positiva e mi ha interessato l’idea di trasmettere alle persone la possibilità di migliorare la qualità della propria vita, non solo sciogliendo nodi o “chiudendo gestalt incompiute”1 ma anche adottando uno stile di vita più positivo.

Avere un approccio positivo alla vita non significa evitare le sofferenze o il dolore, bensì affrontarle, imparando a trasformare situazioni difficili in qualcosa di più gestibile e sopportabile. Personalmente ho imparato a muovermi in una certa maniera, allenandomi ogni giorno ad essere più positiva, a guardare altri lati di un evento, da altre prospettive ed angolazioni; ho imparato che sorridere aiuta, che la gentilezza ripaga, che il tempo può essere vissuto diversamente dal solito e tanto altro. Ecco alcuni esempi dalla mia esperienza da provare a mettere in atto attraverso piccoli esercizi:

  1. Imparare a pronunciare più parole positive, che abbiano un buon sapore, che rappresentino una comunicazione non violenta, in modo da sentirsi più sereni. Alla fine di una giornata, prendete un taccuino e una penna e fate il punto sulle parole che avete pronunciato, vedendo quante ne avete dette di positive. Se sono poche impegnatevi maggiormente ad aumentarne il numero, farete meglio domani!

  1. Coltivare gentilezza: vivere in armonia con gli altri è indispensabile alla nostra felicità, aumenta l’autostima e ci fa sentire meglio; più sarò gentile, più gli altri lo saranno con me. Provate ad essere gentili, ogni giorno con qualcuno e, un po’ come gli scouts, provate a fare una buona azione, nuova ogni giorno, ascoltando poi come vi sentite.

  1. Esprimere gratitudine verso gli altri e verso la vita in generale: fate una lista di ciò che vi piace nella vostra vita, delle piccole cose quotidiane che vi danno soddisfazione e vi rendono la vita più piacevole esprimendo la vostra gratitudine attraverso un voto. Fatelo per un po’ di tempo e confrontando i punteggi di volta in volta per vedere se aumentano.

  1. Scrivere di un evento problematico, difficile, di cui si ha difficoltà a parlare permette di liberarsi di un peso e delle forti emozioni ad esso connesse, in modo da poterlo guardare con altri occhi. Ogni giorno annotate cosa vi accade, i vostri pensieri e le emozioni vissute, ciò che avete fatto e ciò che avreste voluto fare; imparate così a fare una sorta di autoanalisi per permettervi di migliorare il vostro modo di stare al mondo.

  1. Sorridere!!! Sorridere, anzi, già sollevare gli angoli della bocca fa sentire meglio! Ad esempio, in un tipo particolare di meditazione, tecnica utilissima per vivere con più consapevolezza e serenità, si sollevano gli angoli della bocca, in modo da avvertire una sensazione di positività. Provate a sorridere, incontrando le persone, quando chiedete qualcosa, quando vi guardate allo specchio e vedrete il risultato!!

  1. Perdonare: non serve farlo per l’altro, serve per noi stessi, per alleggerirsi di emozioni sgradevoli, di pensieri ruminanti, lasciando il posto ad una attitudine più costruttiva e positiva. Scrivete una lettera di perdono, ad una persona, per qualcosa che vi ha fatto soffrire; descrivete dettagliatamente ciò che è successo elencando i pensieri e le emozioni vissute, esprimendo il bisogno di ciò che avreste voluto che facesse per voi. Scrivete, poi, chiaramente, che la perdonate, nonostante ancora soffriate per ciò che è successo. Alla fine decidete se darla o tenerla per voi, comunque sia, dovrebbe sortire un certo effetto!

  1. Tenere un quaderno della felicità: comprate un bel quaderno e scriveteci tutto ciò che vi rende felici, i vostri successi, le vostre soddisfazioni, tutto ciò che vi fa sentire appagati e realizzati, in modo che possa testimoniare il vostro modo di stare al mondo in armonia e rappresenti anche un riferimento per i momenti bui!

Adesso, l’unica cosa che potete fare è iniziare ad ascoltarvi, osservarvi, prendere consapevolezza del vostro modo di fare e iniziare a renderlo più positivo. Buon viaggio nella positività e nello stare al mondo con gentilezza, in armonia e con serenità.

Giulia Checcucci

1 Gestalt incompiute: situazioni del passato non concluse che creano/alimentano stati di disagio. Chiudere una gestalt significa dare una conclusione ad un evento del passato perdonando, trasformando, accettando, in modo che non possa più disturbare.

Condividi questo Post
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Questo articolo ha un commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ARTICOLI RECENTI
ARTICOLI CORRELATI
Iscriviti alla Newsletter
Chiudi il menu