5 passaggi per avvicinarsi al benessere mentale

  1. Homepage
  2. Comportamento
  3. 5 passaggi per avvicinarsi al benessere mentale

5 passaggi per avvicinarsi al benessere mentale

I problemi che ogni persona si trova ad affrontare possono portarla a farla sentire sopraffatta. Per riuscire a superare questa sensazione, è bene chiedere aiuto e cercare di seguire alcune semplici azioni che possono migliorare la propria situazione.


La vita mette sotto stress il benessere mentale


Anche se la vita può sembrare sempre più complicata e difficile, riuscire a trovare la propria pace interiore e il proprio benessere mentale sono azioni che permettono a ogni persona di sentirsi meglio. Fattore, che porta anche ad avere un rapporto più positivo con le persone che si incontrano tutti i giorni o con cui si ha una relazione.
Come ci conferma Fausto Manara, uno psicoterapeuta in provincia di Brescia specializzato nella cura di disturbi clinici incentrati sull’ansia, la depressione e gli attacchi di panico, con applicazione e dedizione si può cercare di migliorare la propria situazione.

5 passaggi per migliorare il proprio benessere mentale


Per chi è alla ricerca di alcuni suggerimenti per sentirsi meglio, qui di seguito sono presenti 5 passaggi che possono permettere di migliorare la propria situazione.


Connessioni stabili affettive


1: Creare delle connessioni stabili

Ci sono molte prove, che indicano che il sentirsi vicini e apprezzati da altre persone sia un bisogno umano fondamentale e che contribuisce a stare meglio.

È chiaro che le relazioni sociali sono fondamentale per promuovere il benessere e per agire da cuscinetto contro le malattie mentali. Questo fattore, è di particolare importanza in persone di tutte le fasce di età.

Tenendo bene a mente questo punto, è opportuno instaurare una serie di azioni che possono aiutare le persone a creare una connessione stabile e che può portare benefici.

- Scegliete di parlare con qualcuno invece che inviare una e-mail o un messaggio;
- Utilizzate i piccoli avvenimenti della giornata (fare la spesa o recarsi dal giornalaio) per scambiare una conversazione con delle persone di vostra conoscenza;
- Cercate di ritagliarvi del tempo per scoprire quali sono le peculiarità di ogni vostro conoscente;
- Date un passaggio al lavoro a un collega o condividete il viaggio di ritorno con una persona che conoscete.


Essere Mentalmente e fisicamente attivi


2: Essere una persona attiva

Fare attività fisica regolarmente è un’azione associata a tassi minori di depressione e di ansia. Fattore che si può riscontrare in persone di ogni fascia di età.

L’esercizio fisico è un’azione essenziale per rallentare il declino cognitivo legato all’età e promuovere un miglioramento nel benessere mentale.

Non è necessario che l’esercizio fisico sia particolarmente intenso per sentirsi bene. Un’attività leggera come fare una passeggiata in un parco o in bicicletta sono più che abbastanza.

Ecco, alcune semplici idee che si possono inserire nella propria routine di ogni giorno:

- Prendere le scale invece dell’ascensore;

- Andare a fare una passeggiata durante la pausa pranzo;

- Scende dall’autobus una fermata prima del solito e percorrere a piedi la parte finale del tragitto che porta al lavoro o a casa;

- Andare a visitare i propri genitori/amici a piedi, invece che chiamarli o mandare loro un messaggio.


Piccoli passaggi e piaceri


3: Prendere atto delle piccole cose

Ricordarsi di prendere atto dei piccoli obiettivi – positivi o negativi - che si raggiungono, in particolare sul lavoro, può essere un’azione che porta ad ampliare la propria consapevolezza.

Essere consapevoli delle azioni che si eseguono e delle loro conseguenze, permette di migliorare il proprio benessere e di vivere “il momento” nel modo migliore. Incrementare la propria consapevolezza, è un’azione che permette di riuscire ad affrontare anche le situazioni più difficili e a capire come fare le scelte che possono portare più vantaggi.

È bene prendersi del tempo per assimilare ogni situazione e vivere ogni istante della propria vita nel migliore dei modi.


Imparare


4: Imparare

Apprendere sempre delle cose nuove, permette di incrementare la propria autostima e incoraggiare l’interazione sociale con nuove persone.

L’evidenza aneddotica suggerisce che le opportunità di trovare impegni o passioni che richiedono lo studio di nuove azioni o materie aiuta le persone a ridurre la depressione.

Stabilire degli obiettivi, che si possono raggiungere in maniera obiettiva, è parte fondamentale per intraprendere un miglioramento del proprio benessere mentale.

Per chi vuole iniziare ad apprendere qualche cosa di nuovo, perché non prende spunto da queste idee:

- Iniziare a studiare una nuova lingua;

- Iscriversi ad un club sportivo con un amico;

- Fare un cruciverba;

- Cercare di iniziare un’attività che si è sempre voluto fare.

Piccole cose, che si possono fare anche una sola volta alla settimana, ma che sono in grado di portare un radicale e importante cambiamento nella vita di una persona.


Dare e darsi


 

5: Dare

Partecipare alla vita sociale della propria comunità, offrendo il proprio tempo portando valore grazie alle proprie competenze è un fattore che è stato riconosciuto portare un beneficio al benessere mentale.

Gli individui che dichiarano un maggiore interesse nell’aiutare gli altri, sono più propensi nell’aiutare gli altri e valutare se stessi come persona felice e soddisfatta.

Fare delle azioni che possono portare felicità è stato dimostrato che porta dei miglioramenti anche al proprio stato di benessere. Essere una persona che riesce a fare del bene, permette di sentirsi appagati e felici. Fattori che non possono che portare ad allontanare dalla propria mente ogni problema e stato d’ansia.