fbpx

Comportamento, Individuo

La scrittura cura

Penna e quaderno o tablet e smartphone

Per alcune persone gli strumenti della scrittura sono essi stessi veicoli di benessere. Un bel quaderno e una penna sono già, da soli, oggetti di piacere per gli amanti della scrittura. Gli oggetti di cartoleria hanno un forte potere rappresentativo ed evocativo. Chi si è trovato a scrivere, anche solo una volta, sa quanto timore e rispetto incute un foglio bianco, quanto è piacevole inaugurare un nuovo quaderno o un nuovo diario. Il flusso di pensieri è agevolato dallo scorrimento della penna sul foglio, la danza dell’inchiostro, il colore che si sparge sulla carta, la ricerca della forma delle lettere consente ai pensieri e alle parole di cercare e trovare lo spazio che gli sono propri. Per questo uno strumento digitale non può completamente sostituire l’analogico che va, a tutti gli effetti, considerato un metodo diverso. Ci sono persone che per natura o per passione preferiscono il digitale. Scrivere per scrivere, questo può essere fatto con qualunque sistema o strumento, la differenza la fanno le sensazioni che proviamo utilizzando carta e penna, pc, smartphone o una vecchia macchina da scrivere. La ricerca ed il risultato sono personali ma, in ogni caso, si tratta di un’avventura che vale la pena vivere.

Le forme della scrittura

La scrittura è per tutti. Le forme della scrittura sono innumerevoli. Le lettere possono essere scritte in infiniti modi, caratteri, alfabeti. La scrittura può soddisfare senso estetico e contenuto. Il carattere con cui una parola viene scritta ha impatto sul nostro modo di percepirla, elaborarla e assimilarla. Il contesto può variare il significato. Il nostro vissuto può rielaborare concetti in modalità inedita. Le parole sono idee e dalle idee nascono altre idee. Se pensiamo ai cartelloni pubblicitari possiamo avere un esempio dell’efficacia della comunicazione scritta. A volte alcuni manifesti fanno a meno delle immagini per rendere ancora più forte l’impatto della comunicazione scritta. Nel nostro vissuto abbiamo modo di confrontarci con la scrittura nei primi anni di scuola. Qualcuno la abbandona appena terminato il ciclo dell’istruzione, qualcuno la rende una compagna di vita. Per tutti è una risorsa che può essere recuperata in qualunque momento. Non è un caso che, mentre il mondo accelera vorticosamente, la scrittura sembra recuperare spazio a discapito del digitale. Il journaling, il bullet journal, il planner, il diario creativo, il travel journal o altri metodi di tendenza non sono altro che modi nuovi per scrivere un diario. Ognuno può scegliere quello che più gli assomiglia, esprimersi con una parola, un testo o un’immagine. La parola chiave è proprio “espressione” perché è quella che ci aiuta ad intraprendere un percorso attraverso noi stessi ed illuminare il nostro percorso. La scrittura è un viaggio.

Angelina De Girolamo

Angelina De Girolamo

Angelina De Girolamo

Aggiungi commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.