Informazioni sull'autore

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

La ricerca della propria motivazione ed entusiasmo

Breve Estratto

Ogni individuo può dare una spinta o svolta alla propria vita, permettendosi di trovare nuove motivazioni per farlo. Il primo passo è prenderne coscienza! Quante persone “vivono” passando attraverso o spendendo una durata, senza vivere veramente? Tantissime. Per quale motivo? Per la paura della vita, per la paura di scegliere, di cambiare, di fare esperienze, a volte anche di star bene, che porta solitamente a non vedere, non sentire, non rischiare, non ascoltare la nostra interiorità, non essere ciò che si è veramente.

Ogni individuo può dare una spinta o svolta alla propria vita, permettendosi di trovare nuove motivazioni per farlo. Il primo passo è prenderne coscienza!
Qual’è il bene più grande che possediamo? Sicuramente la vita. Avete mai guardato sul dizionario la definizione di vita? A me è capitato e voglio condividere con voi quello che ho trovato.
Esistono alcune definizioni di vita: qualità che distingue un essere vitale e funzionante da uno morto; periodo di utilità di qualcosa; passare attraverso o spendere una durata.
Mi soffermo sull’ultima definizione che mi pare la più interessante. Quante persone “vivono” passando attraverso o spendendo una durata, senza vivere veramente? Tantissime. Per quale motivo?
Per la paura della vita, per la paura di scegliere, di cambiare, di fare esperienze, a volte anche di star bene, che porta solitamente a non vedere, non sentire, non rischiare, non ascoltare la nostra interiorità, non essere ciò che si è veramente.
Avete mai provato ad elencare le azioni portate a buon fine nella vostra vita? I successi, anche minimi e banali, che avete ottenuto fino ad oggi? Ad esempio, camminare, parlare, scrivere, guidare, comprare qualcosa, ecc.
Sono convinta che se ci pensate un momento vengono fuori un’infinità di cose positive e di abilità, delle quali non vi rendete più conto perché sono diventate automatiche o delle quali vi siete anche dimenticati. Infatti, noi tendiamo a darle per scontate e facciamo risaltare le cose negative, senza pensare che sia le cose negative, che quelle positive, hanno le stesse probabilità di accadere.
Bisognerebbe accarezzarci un po’, coccolarci ed elogiarci per ogni cosa che facciamo… essere grati di avere la possibilità di farla!
Una volta ho imparato che “abituarsi alla rinuncia porta alla sconfitta”.
Le persone che si arrendono facilmente credono che le cause degli eventi negativi che capitano loro siano permanenti, mentre le persone che resistono all’impotenza credono (ed è effettivamente cosi) che le cause degli eventi negativi siano temporanee. Andare incontro alle paure è fonte di stimolo e di scoperta, il timore di fare può essere sconfitto solo facendo.
Essere ottimisti non vuol dire essere illusi o irresponsabili. Al contrario, vuol dire avere uno stile aperto alla ricerca delle spiegazioni, delle alternative e del coraggio del cambiamento. Nessuno può buttarci giù, tranne un nemico molto potente… noi stessi… i nostri pensieri. Troviamo in noi stessi i motivi per fare qualsiasi cosa… per vivere!
L’essere umano si muove, crea, realizza quando dentro di sé ha sviluppato delle motivazioni efficaci e, soprattutto quando trova la chiave, del tutto personale, per automotivarsi. Automotivarsi vuol dire conoscere al meglio se stessi, fare leva sui punti di forza (leverage), rendersi conto dei propri limiti e cercare di migliorali o ribaltarli in positivo, con umorismo autoironico, avere una “mission” (capire chi vogliamo essere) e una “vision”, un disegno del nostro universo, una bussola per orientarsi.
Guardare gli eventi da diversi punti di vista ed automotivarsi con costanza sono la rampa di lancio verso l’evoluzione, poiché se una persona continua a pensare ciò che ha sempre pensato e continua a fare ciò che ha sempre fatto, otterrà ciò che ha sempre ottenuto!
La vita è un dono prezioso, è unica e insostituibile. Renderla piacevole e qualitativamente migliore spetta a noi. Sta a noi cercare di darle un senso e trovare una motivazione per star bene e, di conseguenza, far star bene chi ci sta intorno, definendo i nostri bisogni e soddisfacendoli, vivendo e non solo “passando attraverso”.
La preziosità dell’entusiasmo
Sapersi entusiasmare… è uno dei segreti della vita. Spesso capita che ci dimentichiamo di questo segreto, sopraffatti dai problemi e da quei pensieri che fanno diminuire o fanno sparire l’intensità di quel fuoco, chiamato entusiasmo, che amalgama e valorizza gli ingredienti che abbiamo a nostra disposizione per vivere la nostra esistenza.
Senza entusiasmo, non giochiamo la partita fino in fondo e subiamo la vita. Entusiasti? Cosa significa esserlo?

  • Essere aperti alla vita, con profondità e serenità, con la consapevolezza che è unica e nostra.
  • Essere curiosi, osservando il mondo con gli occhi di un bambino.
  • Aver voglia di imparare, facendo domande per conoscere, aumentando cosi il nostro sapere e ponendolo in pratica con l’Azione (saper fare).
  • Sorridere e Divertirsi.
  • Osservare, ascoltare e percepire, privilegiando la parte migliore degli esseri viventi e delle cose.
  • Andare al di là del pretesto e delle giustificazioni inutili e al di là del previsto, grazie ad idee chiare e concise.
  • Cogliere le opportunità, fidandosi della vita (chiedendo e informandosi) e delle proprie capacità (formandosi).
  • Accogliere il cambiamento, come segno di evoluzione.
  • Volersi e voler bene, con gioia.
  • Vivere il tempo presente, cogliendo il senso della vita “qui” e “ora” e distinguendo tra le cose importanti ed urgenti.
  • Divulgare la Passione.

Le persone che hanno lasciato un segno nella vita erano stimolate dall’entusiasmo e, oltre ad essere ben consapevoli di questi punti, li mettevano in pratica, poiché ne capivano la preziosità.
Tradurre il potenziale che ogni essere umano ha dentro di sé in potenza, per vivere e non sopravvivere… di nuovo ecco il segreto!

Articoli Correlati o di Approfondimento

La ricerca della propria motivazione ed entusiasmo

Ogni individuo può dare una spinta o svolta alla propria vita, permettendosi di trovare nuove motivazioni per farlo. Il primo passo è prenderne coscienza! Quante persone “vivono” passando attraverso o spendendo una durata, senza vivere veramente? Tantissime. Per quale motivo?
Per la paura della vita, per la paura di scegliere, di cambiare, di fare esperienze, a volte anche di star bene, che porta solitamente a non vedere, non sentire, non rischiare, non ascoltare la nostra interiorità, non essere ciò che si è veramente.

Leggi Tutto »
Condividi questo Post
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
ARTICOLI RECENTI
ARTICOLI CORRELATI
Iscriviti alla Newsletter