Informazioni sull'autore

Disponibile Solo versione Premium

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Disponibile Solo versione Premium

Amartya Sen e la Misurazione della Felicità

Breve Estratto

Il 25 maggio Amartya Sen, Premio Nobel per l'Economia "per il suo contributo all'economia del welfare", ha aperto la IX Edizione del Programma Internazionale di Sviluppo delle Competenze Economiche e Manageriali del CTC di Bologna. Il famoso economista indiano ha svolto durante la sua carriera ricerche che hanno contribuito, oltre che alla teoria economica, allo sviluppo della filosofia politica, morale e legale, allo studio delle cause e delle misure preventive contro carestie e disuguaglianze legate a classi e sesso, alla teoria assiomatica della scelta e a quella decisionale. Psicolab vi offre il racconto entusiasta di un'autrice proveniente da un altro settore, Isania Forgione, che ci restituisce con una lente diversa l'interesse di questo evento.

Il 25 maggio Amartya Sen, Premio Nobel per l’Economia “per il suo contributo all’economia del welfare”, ha aperto la IX Edizione del Programma Internazionale di Sviluppo delle Competenze Economiche e Manageriali del CTC di Bologna.
Il famoso economista indiano ha svolto durante la sua carriera ricerche che hanno contribuito, oltre che alla teoria economica, allo sviluppo della filosofia politica, morale e legale, allo studio delle cause e delle misure preventive contro carestie e disuguaglianze legate a classi e sesso, alla teoria assiomatica della scelta e a quella decisionale.
Psicolab vi offre il racconto entusiasta di un’autrice proveniente da un altro settore, Isania Forgione, che ci restituisce con una lente diversa l’interesse di questo evento.
Ampliare, integrare, rafforzare, unire, intrecciare sono i verbi che mi hanno accompagnata ed accompagnano il mio percorso di apprendimentocrescita, al quale ho cercato di aggiungere sempre un elemento… quello di andare oltre, al di là!
E’ per questo motivo che sono andata all’appuntamento di Bologna con la Lectio Magistralis del Prof. Amartya SenPremio Nobel per l’Economia del 1998, per la voglia di scoprire quello che un economista, del suo spessore d’eccellenza, poteva dare a chi, come me, si occupa di risorse umane. Con grande piacevole sorpresa, ho ascoltato un’opinione che andava al di là di quello che una persona si aspetta da un “tradizionale” esperto di economia del Welfare!
Il Prof. Sen ci ha portato infatti a riflettere su quanto sia possibile oltrepassare le misure standard della qualità della vita: attraverso una semplice analisi degli approcci che fino ad adesso sono stati utilizzati per stimare il benessere, dalla misurazione del PIL (opulenza economica) alla misurazione della felicità come riflesso del benessere, ragionando sulle critiche che vengono mosse a questi indicatori (valutare solo il reddito? e le transazioni di beni non di mercato con tutte le sue variabili? valutare la felicità solo nella sua utilità? Si possono paragonare le felicità di due individui in ugual misura? è giusto non considerare l’adeguamento ai ruoli con la conseguente distorsione della scala della felicità?) siamo arrivati a considerare CapacitàLibertà come alternativa d’approccio, il tutto nell’ottica della sostenibilità.
E’ auspicabile, secondo Amartya Sen, andare al di là degli standard di qualità della vita di oggi, sviluppando il senso dei valori e della responsabilità (con regolamentazione e sostegno) nei confronti delle capacità e delle libertà del domani, poiché noi non siamo solo “pazienti” le cui necessità meritano considerazione ma noi siamo “agenti”, ricchi di potenzialità che possono portarci ben oltre!
La citazione di Dante Alighieri che ha aperto l’intervento del Premio Nobel è indicativa su quanto sia importante riacquistare la fiducia per poter crescere: “Nati per l’ascesa supportati da ali, perché cadiamo con un vento cosi debole?”
Al Prof. Sen va la mia gratitudine per aver rafforzato il mio orientamento di vita personale e professionale e la mia mission, che è quella di fare la differenza nell’incoraggiamento alla crescita personale, nello sviluppo di una consapevolezza dell’unicità di ogni individuo e nell’acquisizione continua di capacità, creando innovazione e dando Gioia, Eccellenza e Strumenti per il cammino verso la libertà”.

Condividi questo Post
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
ARTICOLI RECENTI
ARTICOLI CORRELATI
Iscriviti alla Newsletter