Hubert Jaoui; immagine;

Informazioni sull'autore

Disponibile Solo versione Premium

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Disponibile Solo versione Premium

Hubert Jaoui e la Creatività Strutturata: il metodo P.A.P.S.A.

Breve Estratto

Chi è Hubert Jaoui

Hubert Jaoui è uno dei massimi studiosi viventi di creatività strutturata, ovvero ha ridefinito il termine creatività e analizzato come applicarla scientificamente alla crescita personale e professionale, individuale e nelle organizzazioni. A lui si deve il metodo P.A.P.S.A., nato con l’intento di guidare allo sviluppo della creatività con tecniche rigorose.

Il metodo P.A.P.S.A.

Secondo Jaoui tutti noi , davanti ad un problema, siamo proiettati all’affrettata ricerca di una soluzione. Mancherebbe un’adeguata analisi, tanto che spesso quello che riteniamo essere il problema non è che una sua manifestazione, un effetto, un sintomo. Dunque applicare la creatività alla risoluzione di un problema non va visto come un momento di un processo, ma è il processo stesso, un procedimento a più tappe guidato da un metodo.
Tappe definite dal nome stesso del metodo di Jaoui che altro non è che l’acronimo di ogni fase del processo. Cinque tappe dunque: Percezione, Analisi, Produzione, Selezione, Applicazione.

Le tappe del metodo P.A.P.S.A.

Il metodo P.A.P.S.A. è suddiviso in cinque tappe, ognuna delle quali fondamentali per il processo creativo
Percezione: di ogni problema si valutano tutti i dati disponibili della situazione in esame
Analisi: si approfondiscono in profondità gli elementi emersi nella fase precedente e si sceglie su quali intervenire
Produzione: si tirano fuori idee, realistiche quanto fantasiose e si valuta come tradurle in soluzioni
Selezione: tra tutte le idee si sceglie quella, o quelle, che risultano maggiormente adatte alla gestione della problematica in questione
Applicazione: si cercano gli strumenti per in pratica quanto si è deciso di realizzare.
Tutto il processo sottintende un’apertura mentale, un atteggiamento positivo ma anche un rigore procedurale e una disponibilità al cambiamento.

COPPIE CHIAVE DEL PENSIERO

Ogni tappa prevede di concentrarsi su alcuni aggettivi accoppiati a creare in un binomio due fasi imprescindibili utili a far fluire il pensiero creativo, rompendo gli schemi rigidi di quello logico, ma necessarie a riportarlo nel range del possibile. Come per il pensiero è utile riferirsi a coppie di apparenti opposti, nella pratica dell’attività creativa è altrettanto importante armarsi di tecniche che supportino tale percorso. Queste fasi sono necessarie perché ci rendono capaci di atti creativi ma consapevoli.

Tra le più significative troviamo:
Divergenza e Convergenza
Dapprima una fase Divergente dove le idee scorrono senza censura, senza inibizioni. Successivamente una fase Convergente in cui recuperare l’ordine del realismo, contestualizzando e razionalizzando quanto reso fluido precedentemente.
Originalità- Utilità: La ricerca dell’originalità è importante ma da sola non basta se non si trovi per essa la via per ottenere i risultati voluti, bisogna essere certi che la trasgressione sia stata utile ad ottenere i risultati voluti.
Immaginazione-efficacia: l’immaginazione serve a visualizzare un pensiero, tanto di qualcosa di reale che di qualcosa che ancora non esiste. Altrettanto importante è sapere quale finalità stiamo perseguendo e in che modo quello che immaginiamo possa funzionare.
Libertà- disciplina: Viene spontaneo pensare che, La creatività richiede più rigore che intelligenza, anche se sembra paradossale. Per creare abbiamo bisogno di libertà, ma ciò non deve significare totale anarchia: ogni processo creativo ha bisogno di un metodo, usato spesso in maniera inconsapevole.

Per Approfondire

Abbiamo accennato al metodo P.a.p.s.a. e ai concetti elaborati da Joaui e dai suoi collaboratori con l’idea di fornire una panoramica sull’argomento della creatività strutturata che è ben lontano dall’esaurirsi attorno alla schematizzazione di un metodo. Piuttosto ci si auspica che la finestra aperta sul tema sia già di per sé stimolo per la ricerca di approfondimenti e, magari, di applicazioni pratiche.
La produzione letteraria di Jaoui è ampia, a questo link è possibile trovare la bibliografia completa. https://hubertjaoui.wordpress.com/pubblicazioni/
Inoltre, in funzione del ruolo fondamentale della creatività sia nella crescita personale che nella formazione professionale, sia di singoli che di gruppi aziendali, Jaoui ha intessuto un network di professionisti della formazione che con Workshop, Seminari, progetti e Coaching, si propone di guidare alla massima espressione creativa, efficace ed efficiente, al raggiungimento degli obiettivi, all’acquisizione di competenze in grado si sublimare le potenzialità proprie e dell’organizzazione cui si appartiene.
Tra i suoi progetti:
Gimca è l’istituto creato da Jaoui a Parigi nel 1973 http://gimca.net/it/
Createca è un’associazione senza scopo di lucro che Jaoui ha istituito assieme ad un gruppo di amici e collaborazioni con lo scopo di divulgare il concetto di creatività http://createca.it/

Condividi questo Post
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
ARTICOLI RECENTI
ARTICOLI CORRELATI
Iscriviti alla Newsletter