memoria Archivio

Cervello Quantistico e Processi di Memoria

Il filosofo francese Francois La Rochefoucauld nelle sue “Riflessioni e Sentenze” (1665) osservò : “Tutti si lamentano di avere poca memoria, nessuno si lamenta di avere poco giudizio La memoria normalmente e definita come la capacita’ di conservare le informazioni e di recuperarle. Tradizionalmente si distinguono schematicamente due tipologie mnemoniche : – la memoria a

Ricordare Veglia

Questa è la storia di Clorinda Menguzzato (Castello Tesino, 15.10.1924 – Pieve Tesino 11.10.1944), nome di battaglia Veglia, la medaglia d’oro più giovane d’Italia insieme alla sua compagna di Resistenza Ancilla Marighetto (Castello Tesino, 27.01.1927 – Col del Toc – Malga Vallarica 19.02.1945), nome di battaglia Ora1, entrambe provenivano da Castello Tesino un bel paese

Capacità Mnemoniche dei Sistemi Viventi

Il 03 dicembre 2012 presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, Cattedra di Biologia e Genetica del Comportamento, si terrà il seminario sulle Capacità Mnemoniche dei Sistemi Viventi. Cos’è la Memoria? Si può definire la Memoria come quel processo mentale mediante il quale parti della nostra esperienza vengono ritenute, immagazzinate e rievocate. I fisiologi

La Memoria e l’Oblio

Troverai a  sinistra delle case di Ade una fonte, e presso di essa piantato un bianco cipresso: a questa fonte non ti accostare. Ne troverai un altra, dal lago di Mnemosine fresca acqua sgorgante; dinnanzi vi sono custodi. Dirai: “Sono figlia della Terra e di Urano splendente di astri, splendente la mia stirpe questo sapete

La Vulnerabilità del Bambino “Prenatale”

Questo articolo chiarisce le condizioni in cui le esperienze prenatali producono effetti su tutto il resto della vita e descrive le prospettive necessarie per comprendere gli effetti dei traumi prenatali. Introduzione Il bambino prenatale (il bambino non ancora nato, ancora nel ventre materno) è estremamente vulnerabile per moltissimi motivi, che non sono né riconosciuti né

Le Forme dell’Intelligenza

La Cattedra di Biologia e Genetica del Comportamento II del prof. Fulvio Palma, presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, presenta il seminario “Le forme dell’intelligenza”, che si terrà il 9 marzo. Relatori: Prof. Marco Gori (Università di Siena): Intelligenza umana ed artificiale: lo stato dell’arte; Prof. Brunetto Chiarelli e dott.ssa M. Giulia Fiore (Università

La Leggenda della Verità

Debutta per il Gruppo Albatros Il Filo, nella collana "Nuove voci", Massimiliano Fantoni, fiorentino, classe '64, con "La leggenda della verità". Un libro che mette in scena lo spettacolo della vita tra realtà soggettiva e oggettiva, come una musica che può essere interpretata in modi anche molto differenti. Due amici, Ricco e Mattya, un buon film,

Indagini e Metodi in Pubblicità

Per poter indagare nella pubblicità, ma soprattutto per farla la pubblicità, è necessario far ricorso a numerose discipline e considerare quello che ne è l’oggetto come elemento dotato di una natura profondamente sociale, all’ombra di quello che è poi lo scopo primo ed ultimo della pubblicità stessa: consentire cioè di dare agli individui un senso

L’Età Adulta: gli Anni Intermedi e della Vecchiaia

Nella tarda età adulta, si assiste ad un rapido declino di gran parte delle capacità cognitive. Tra i 65 ed i 75 anni, i cambiamenti sono ancora minimi ed alcuni compiti della memoria, come la conoscenza del vocabolario o la procedura di un compito, risultano ancora buoni. Negli anni successivi inizia però a registrarsi un

L’Oblio nei Processi Mnemonici

E’ opinione comune che un buon mnemonista non debba dimenticare nulla. Niente di più falso, la capacità di dimenticare è altrettanto importante come quella di “immagazzinare”. Circa mezzo secolo fa, quando lo studio sulle funzioni delle diverse aree corticali muoveva i suoi primi passi, un neuropsicologo statunitense, Karl Lashley (1890-1958) era alla ricerca di quali