film Archivio

L’Amore Bugiardo e i Disturbi Mentali

Ispirato al best seller di Gillian Flynn, “Gone Girl”, noto in Italia come “L’Amore Bugiardo”, parla di ciò che siamo realmente, al di là di ogni maschera ed apparenza e soprattutto al di fuori della capacità di costruirci e abitare un vero e proprio “teatro della mente”. La pellicola, uscita nelle sale statunitensi il 3

Malefica e la Simbologia antica del Femminile

Il film Maleficent della Disney regia di Robert Stromberg, interpretato magistralmente da Angelina Jolie, oltre ad essere geniale per la storia inaspettata della bella addormentata nel bosco e per i grandiosi effetti speciali e’ un vero crogiolo di simboli archetipici del femminile. Innanzitutto la protagonista, una fata dalle grandi ali, è un simbolo che riemerge

Inciampare nella Verità e rialzarsi

Il cinguettio di uccelli, il cannone che spara, il monotono din don di campane, il canto solenne di un coro femminile, la festa freack, il ritmo frenetico dei balli di gruppo al ritmo di “A far l’amore comincia tu “, il rollio delle onde del mare, il tintinnio di ghiaccio nei bicchieri, le apparizioni enigmatiche,

Il Discorso del Re

Al cinema abbiamo già visto professori, scrittori, manager in crisi di ruolo paralizzanti, di quelle che si attraversano fino in fondo e dalle quali si esce nuovi o rinnovati. Con Nanni Moretti anche un papa, e prima ancora un re, l’inglese Giorgio VI, raccontato da Tom Hooper. Sembrerebbe paradossale vedere il principe di York, circondato

Les Choristes

Alleviare situazioni di sofferenza, mantenere la dignità umana, ricostruire edifici e infrastrutture … Passato il coinvolgimento emotivo momentaneo, la quotidianità prende il sopravvento e sui problemi cala una spessa cortina di silenzio svelando l’implicita vacuità contraddittoria di parole di fronte alle realtà crude svelate da quotidiani, documentari, fatti di cronaca sconvolgenti. Per leggere tutto l’articolo

Professori sempre più Stanchi

“Sono morto pur essendo vivo”. Isak Borg: da Il posto delle fragole Non una riflessione del tutto nuova, bensì una conferma di letture precedenti, soprattutto filmiche. Per cui, non me ne vogliate se idee, rimandi ed esemplificazioni si ripetono qua e là. Ma neppure un collage: solo una riprova, mettendo insieme elementi sparsi, di quanto

Maledimiele

Maledimiele non è un film sull’anoressia o sull’adolescenza, ma su anoressia e adolescenza insieme, sull’incontro tra due esperienze totalizzanti, quasi mistiche: l’una potenzia l’altra, amplifica e radicalizza scelte di vita estreme. L’adolescenza capita; il rifiuto del cibo si sceglie, ma può diventare coazione a ripetere, logica stringente alla quale è difficilissimo rinunciare. Così passano le

Truman Show: quando il Cinema Incontra la Psicologia

Dopo una pausa durata 20 mesi, lo scorso 25 ottobre si è svolto a Bari il primo provino per la selezione della nuova edizione del Grande Fratello che ha registrato una partecipazione di circa mille aspiranti. Per molti giovani e non più giovani la spinta propulsiva ad affrontare lunghe ore di coda nel tentativo di

Una triplice Iniezione letale

Fraaaank … Fraaaaaaaank … Fraaaaaaaaaaaaaaaaaaaank … Inutili le grida disperate della moglie e la rocambolesca corsa contro il tempo di Steve Everett, mentre il cloruro di potassio e il bromuro di curaro continuano, inesorabili, a scorrere nelle vene dell’efferato omicida … Il nero di trent’anni, condannato per il deliberato assassinio di Amy Wilson, una studentessa

Hutchinson-Gilford: da Novanta a Zero

Quale ispirazione ha guidato Francis Scott Fitzgerald nel porre la Baltimora dell’estate del 1860 di fronte alle cinquantanove pagine sul “Curioso caso di Benjamin Button”? E, per giunta, aggravato dalla morte di Caroline Murphy nel dare alla luce lo stranissimo scherzo della natura? E con l’immediata reazione di un padre nel trovare nella culla un