cervello Archivio

Creatività, Schizofrenia ed immagini in Blu

Llewellyn Sue (2009), ipotizza che in epoche remote, una casuale ed improvvisa mutazione congenita potesse aver prodotto un gene dal profilo di poco differente. Col passare del tempo, queste Menti/cervello provviste del nuovo gene andarono evolvendosi nella direzione che poneva la struttura della materia cerebrale, al margine tra Ordine e Chaos. La mutazione genetica avvenuta

Il Tabacco condiziona le informazioni sul Cervello

Una ricerca Italiana recente stabilisce che la nicotina andrebbe a creare seri problemi di connessione tra i neuroni con l’incapacità di comunicare in modo regolare ed efficace tra di loro creando di conseguenza problemi a livello cognitivo e in particolare sull’attenzione . La causa è proprio la nicotina componente attivo del tabacco il killer che

Le Forme dell’Intelligenza

La Cattedra di Biologia e Genetica del Comportamento II del prof. Fulvio Palma, presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, presenta il seminario “Le forme dell’intelligenza”, che si terrà il 9 marzo. Relatori: Prof. Marco Gori (Università di Siena): Intelligenza umana ed artificiale: lo stato dell’arte; Prof. Brunetto Chiarelli e dott.ssa M. Giulia Fiore (Università

La Teoria delle Intelligenze Multiple di Gardner e la sua attualità Pedagogica

L’intelligenza è la capacità di comprendere il mondo in cui viviamo e di risolvere i problemi ambientali, socialI e culturali che ci vengono posti in ogni momento della nostra esistenza. All’inizio del ‘900, era diffusa in Occidente la teoria dello studioso Charles Spearman che battezzò l’intelligenza con il termine Fattore G, identificabile con una capacità

Le Cause dei Disturbi del Comportamento Alimentare

Il recente studio scientifico condotto negli Stati Uniti d’America ha dimostrato attraverso le sperimentazioni effettuate che il sovrappeso influisce sul volume del nostro cervello, con conseguente modificazione del regolare funzionamento di alcune aree che gestiscono il comportamento alimentare . I ricercatori della New Hork University , Facoltà di Medicina –USA- hanno stabilito che il problema

Fisica Quantistica e Funzioni Cerebrali Superiori III

Nella costrizione mentale dell’immagine visiva, i moduli corticali attivati da un singolo oggetto dovrebbero essere operativi in maniera simultanea. Questo tipo speciale di sincronizzazione comporta che i singoli moduli siano sensibili (e sappiano dell’attività) agli input di altri moduli, coinvolti nella visione dello stesso oggetto. Ci sarebbe attivazione in contemporanea di differenti moduli corticali in

Fisica Quantistica e Funzioni Cerebrali Superiori II

Le tre similitudini fisiche e le funzioni mentali superiori. Come si vede, le tre similitudini fisiche hanno dirette ripercussioni sulla fisiologia, sulla morfologia e sul volume in toto dei reni. Per quanto riguarda i meccanismi insiti nel processo visivo, è possibile applicare anche in questo caso, le tre similitudini fisiche, ma in modo diverso e

Fisica Quantistica e Funzioni Cerebrali Superiori I

Data una semplice perturbazione, il processo lineare tende a rimanere leggermente alterato. Data la stessa perturbazione, un processo non lineare tende a tornare al suo punto di partenza. Huygens C. (fisico olandese del XVI sec.) inventò l’orologio a pendolo e la disciplina classica della dinamica. S’imbatté in uno dei grandi esempi di questa forma di

Patch Adams e la Danza delle Emozioni

Ho avuto modo di ascoltare Patch Adams dal vivo al Convegno nazionale “Bambini Emozioni Salute”, un evento dedicato soprattutto a personale medico-ospedaliero, che si proponeva di far luce sul mondo delle emozioni e sulla loro valenza per la salute specie per quanto riguarda i bambini. Una due-giorni molto interessante quella organizzata al Museo del Tessuto

Studi e Riflessioni sull’Irrazionalità del Pensiero

Diciamoci la verità: al di là di tutti i concetti che impregnano la nostra mente, al di là della nostra cultura e della stessa immagine che abbiamo di noi stessi, non siamo affatto perfetti. La visione che abbiamo della vita, dei comportamenti che pensiamo di mettere in atto e di quelli del nostro prossimo, è