Salute Archivio

La Lamentela nuoce gravemente alla Mente

Lamentele, negatività, problemi, paure, rabbia, critiche, giudizi, spengono il cervello! Lo dimostra uno studio scientifico. Quante volte, durante il giorno ci troviamo di fronte a queste cose? Che siamo noi stessi a pronunciarle, che qualcuno si sfoghi con noi, che lo leggiamo o lo ascoltiamo dai mass media, con esse trasformiamo il nostro cervello in

Vuoi essere il Campione, il Numero Uno?

  “Gli scacchi sono lo sport più violento che esista”. (Garri Kimovič Kasparov) LA TESTA VUOLE UNA COSA, IL SUBCONSCIO DICE NO! Vuoi essere “il primo”, il “numero uno al mondo”, il “campione”? “Certo!” Tutti, almeno con la mente conscia, lo vorrebbero! Sei pronto ad esserlo? Pensi di esserne capace? Sei convinto che ci riuscirai? Sei pronto a

Ultramaratona e Limiti Fisici

Mi è stato proposto di scrivere un’opera che tratti il tema degli ultramaratoneti e delle gare estreme dal punto di vista psicologico, apportare testimonianze di atleti simbolo di queste discipline. Cosa motiva questi atleti? Quali i meccanismi psicologici? Cosa li spinge a spostare sempre più in avanti i limiti fisici? Per approfondire il mondo degli

m-RESIST primo Progetto europeo di mobile-Health

Ha preso il via il 1 gennaio 2015 il progetto europeo m-RESIST, che per la prima volta svilupperà un programma terapeutico basato sull’utilizzo di dispositivi mobili e indossabili dai pazienti resistenti alle cure contro la schizofrenia nella gestione diretta della loro malattia. Si calcola che, in Europa, circa 5 milioni di persone soffrano di disordini

L’Importanza della Comunicazione ed Ascolto nel Rapporto Medico-Paziente

Oltre alle loro conoscenze nel campo della medicina, i medici devono anche avere come fondamento anche la componente umanistica del loro sapere. Tra le attitudini e le competenze mediche, è essenziale prendere in considerazione che, a dispetto di qualsiasi condizione e circostanza, l’obiettivo di circoscrivere la sofferenza degli altri deve prevalere. Nell’antico Egitto, il rapporto

La Resilienza per la Ripresa dopo un Evento traumatico

Come reagite voi a situazioni di estrema difficoltà? Alcuni esplodono a livello emozionale: danno in escandescenza, vorrebbero scaricare su chiunque li circondi la loro rabbia e frustrazione. C’è anche chi si abbandona a violenze fisiche. Altri si comportano in modo opposto: implodono, entrando in uno stato di confusione e ottundimento. Si sentono così impotenti e

Supportare l’Allenatore e gli Atleti

E’ importante innanzitutto impostare una buona relazione con l’allenatore, sarebbe opportuno fare con lui un lavoro sulla consapevolezza; a fine partita o comunque appena possibile sarebbe da chiedergli come si sente, come si è sentito, quali sono stati i momenti più entusuasmanti o più difficili per lui durante, prima o dopo la partita. Un altro

Autoefficacia e Autoconsapevolezza per la Maratona

Alcune ore prima della partenza di una maratona, una ragazza mi ha chiesto alcuni consigli per affrontare tale gara ritenuta difficile ed impegnativa anche perché per lei era la seconda volta che si cimentava in tale distanza. Le ho fatto presente che potevo proporgli un breve lavoro sull’autoefficacia e sull’autoconsapevolezza. Per quanto riguarda l’autoefficacia, ho

Una Svolta nella Sclerosi Multipla

FISIOPATOLOGIA: Branca della medicina che studia tutte le deviazioni rispetto alla norma delle diverse funzioni dell’organismo, le cause che le determinano, i meccanismi con cui si realizzano e il modo in cui l’alterazione di una funzione si manifesta come sintomo o segno. (Dizionario Della Salute). Eccomi nuovamente a scrivere di Sclerosi Multipla, malattia degenerativa, compagna

Allenare gli Allenatori

Con Maria Luisa Cabiddu “Allenare è guidare insieme persone con diverse esperienze, talenti, interessi, incoraggiandole ad assumere la responsabilità del loro ruolo, portandole ad un continuo miglioramento…” (Tom Peters e Nancy Austin) A cosa serve lo sport: conoscenza di se stessi e del mondo, controllo emotivo, adattabilità, socializzazione, tolleranza alle frustrazioni, auto-efficacia: “Sì, io posso