Attaccamento Archivio

Mio Fratello non è Figlio Unico

E’ stato fatto molto per far sì che l’intervento riabilitativo rivolto al bambino disabile funzioni anche da riequilibratore psicologico del contesto familiare in cui è inserito. Oggi la famiglia rappresenta uno dei punti focali del minore disabile. In questa visione tutti i componenti della famiglia, genitori, fratelli, diventano protagonisti di scelte e decisioni che riguardano

L’Attaccamento nella Famiglia

“Una famiglia fornisce una rete affidabile di relazioni di attaccamento che consentono a tutti i membri della famiglia e a qualsiasi età di sentirsi abbastanza sicuri da spingersi a esplorare le relazioni che vi sono tra loro e quelle che hanno instaurato all’esterno della famiglia”(Byng-Hall, 1995). Le relazioni Fin dall’antichità, si è cercato di comprendere

Madre, Onora tuo Figlio

Un buon lavoro, una bella casa, una famiglia, un figlio perfetto… Non è forse questo il “sogno” di molte donne d’oggi? Nobili aspettative, che derivano da un nuovo e ancora sconosciuto modo di relazionarsi tra uomo e donna ed inevitabilmente si scontrano con le esigenze incombenti, con realtà destabilizzanti, con la paura di deludere e la difficoltà

Lo Sviluppo Affettivo: come L’individuo si Rapporta all’Ambiente che lo Circonda

Un sano sviluppo della personalità dipende sia dall’adeguato sviluppo della sfera cognitiva, affettiva e sociale, sia dalle interazioni che la persona stabilisce con l’ambiente esterno nel corso della sua evoluzione. I fenomeni affettivi si dividono in: sentimenti, emozioni ed umore. Bowlby (1982), è stato il primo ad integrare gli studi dell’etologia con la psicologia dello

La Formazione della Coppia

Molti di noi immaginano la vita di coppia come se fosse una favola in cui l’unico scopo è essere per sempre felici e realizzati. Ma ogni membro della coppia ha caratteristiche di personalità differenti che derivano dalle esperienze vissute nella propria famiglia di origine. Queste stesse esperienze influenzano la scelta del partner contribuendo in questo

I Disturbi dell’Attaccamento in Adolescenza

In questo contributo si vogliono evidenziare le fasi del processo di cura nell’ambito della psicoterapia con l’adolescente; in particolare si vuole mettere in correlazione i disturbi dell’attaccamento nell’infanzia con la sintomatologia presente in adolescenza. La letteratura degli ultimi anni mette in evidenza come l’attaccamento sia un pattern principalmente utilizzato nella prima infanzia; è altresì evidente

La Dipendenza Affettiva

“Io non vivo senza te”- Le canzonette sono piene di frasi che inneggiano all’indispensabile presenza dell’altro che dia un senso alla nostra vita. Già Platone ci definiva mezze mele in cerca di una precisa, specifica metà. E’ socialmente accettato soffrire per amore, socialmente sostenuto ed auspicabile per perpetuare la specie, scegliere un partner, vivere in

L’ Importanza della Relazione in Schore

ABSTRACT Studi sperimentali in diversi ambiti disciplinari forniscono importanti dati sui processi emotivi, mentre i clinici sottolineano la centralità delle emozioni in tutte le relazioni umane, compresa la relazione terapeutica. Schore, ha fornito un importante contributo nella direzione di una conferma delle teorie freudiane a livello neuroscientifico. Egli ha, infatti, localizzato nell’emisfero destro il sistema che

Disturbi dell’Attaccamento

Karl Heinz Brish dimostra chiaramente come la teoria dell’attaccamento di Bowlby possa essere impiegata nella prassi clinica. Dopo uno sguardo di insieme agli aspetti principali della teoria dell’attaccamento, Brisch sviluppa un modello e una classificazione delle diverse forme dei disturbi dell’attaccamento, prendendo in considerazione fasce di età differenti, dai neonati ai bambini in età infantile

Fattori di Rischio e Fattori di Protezione nell´Attaccamento

Aspetti teorici ed empirici Le ricerche svolte su fattori di rischio e fattori protettivi (Rutter, 1987) e le teorizzazioni sulle linee evolutive (Bowlby, 1988) hanno interpretato la psicopatologia avvalendosi di un modello multifattoriale, suggerendo la necessità di considerare la complessità dello sviluppo a partire dalle determinanti individuali, relazionali e sociali che ne determinano il corso.