Archivio autore

Menti nel Futuro

L’esperienza cosciente, per le sue caratteristiche assolutamente peculiari, rappresenta un’autentica anomalia tra tutti gli altri fenomeni dell’universo. Questi, infatti, si prestano, almeno in linea di principio, a essere osservati oggettivamente, secondo modalità standard, mentre ciò non è possibile quando ci si occupa della coscienza, per definizione luogo degli stati e dei contenuti soggettivi. Per leggere

La Coscienza tra Discriminazione e Integrazione

Fra le molte teorie che continuano a venir elaborate per gettar un po’ di luce sul complesso fenomeno della coscienza, quella proposta recentemente da Marcello Massimini e Giulio Tononi nel loro libro, Nulla di più grande, non manca di un certo interesse. In breve, la teoria pone a fondamento del sorgere della coscienza due fattori

A Proposito di Mente Estesa

Tra le proposte avanzate negli ultimi anni nel tentativo di dare una spiegazione delle peculiari caratteristiche dei fenomeni mentali, una importanza via via crescente è andato assumendo il cosiddetto modello della mente estesa. Le concezioni precedenti, sia pur con notevoli differenze, convergevano sull’idea che la mente costituisse un prodotto dell’attività cerebrale. Poco importa se tale

La Libertà Umana secondo Daniel Wegner

Il problema della libertà umana (libero arbitrio), almeno nella riflessione moderna, è quello di riuscire a conciliare l’autonomia della nostra volontà nel compiere scelte e nell’esercitare un controllo sulle nostre azioni con il sostanziale determinismo che caratterizza i fenomeni del mondo naturale. La domanda centrale a cui siamo chiamati a rispondere è: come è possibile

La prospettiva della Mente di Susan Blackmore,

Una tendenza sempre più pronunciata degli ultimi anni, nell’ambito della riflessione sulla mente, è quella di mettere in discussione la stessa esistenza di fenomeni come l’esperienza cosciente o l’autonomia ordinariamente riconosciuta alla nostra volontà (libero arbitrio). La motivazione di fondo che sta dietro tali tentativi, al di là delle argomentazioni prodotte per giustificarli, deriva dalla

L’Esperienza Cosciente è un Fenomeno Reale?

Con questo articolo mi propongo di contestare alcune tesi che popolano l’attuale dibattito sulla mente, in particolare quella secondo cui la coscienza non sarebbe indagabile scientificamente, in quanto fenomeno soggettivo, e quella ancor più radicale, seppur derivata strettamente dalla prima, tendente addirittura a mettere in discussione l’esistenza stessa del fenomeno. Prenderò come punto di partenza

La Prospettiva dell’Azione Consapevole di Ellen Langer

La psicologa Ellen J. Langer, nella sua opera La mente consapevole. Psicologia per vivere meglio, partendo dall’osservazione che buona parte dei nostri comportamenti vengono posti in atto in maniera inconsapevole, ci descrive i vantaggi dell’agire cosciente e i rischi connessi all’affidarsi a puri automatismi comportamentali. A questo proposito, la Langer cita i risultati di innumerevoli