Arte e Opera della Cura: tra Società e Autoreferenzialità

Ho provato ad immaginare l’attività di cura di (in) “Comunità”(la CTR è il nostro riferimento concettuale e pratico principale) come una sorta di “opera d’arte” e il suo spazio alla stregua di un “teatro”.

E tuttavia, sia chiaro che quando parlo di – “Comunità” dovremmo intendere anche tutto quell’intreccio di relazioni e comunicazioni che si svolgono tra aziende, istituzioni, strutture e la loro utenza di riferimento: cittadini, istituzioni, “aziende” che a vario titolo gravitano all’interno dei “servizi territoriali della salute mentale” per la presa in carico della sofferenza mentale/psicologica di individui e/o gruppi -. Ma questa è un’altra storia.

Arte e opera della cura. tra società e autoreferenzialità

Condividi questo articolo...Share on Facebook
Facebook
3Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin