Quantum Perception

I recenti sviluppi delle “Neuroscienze-Quantistiche” mettano in evidenza l’ emergenza di una nuova prospettiva di “costruzione sociale della conoscenza” quale risposta evolutiva della rete neuronale nella costruzione di schemi e collegamenti cognitivi finalizzati a superare i limiti del tradizionale dualismo tra cultura e natura.

I processi cognitivi sono frutto del calcolo di probabilita’ Il cervello similmente a un computer quantistico confronta le diverse probabilita’ della costruzione inter-emisferica di immagini e scenari per dare soluzione alle nostre stimolazioni sensoriali. Nella eventualità di probabilita’ percettive equivalenti si evidenziamo illusioni ottiche . Pertanto lo studio di ambiguità ci fornisce alcune valide indicazioni su come l’attività probabilistica del cervello quantistico possa tradursi in scelte coerenti. Immagini bidimensionali identiche anno maggio probabilita’ di alternanza in quanto un’immagine (2-D) è compatibile con più interpretazioni 3-D.

La Teoria del Quantum Brain (QBT) assimilando il cervello ed un super computer quantistico mette in evidenza come la struttura neuronale sia flessibile in modo che la comprensione del mondo in cui si vive possa essere modellata epi-geneticamente dall’ambiente. Pertanto la ri-organizzazione della rete neuronale si attiva per ricercare e selezionare la piu’ adeguata strategia delle attivita’ di pensiero ( matrice cognitiva) capace di dare senso alle informazioni sensoriali e percettive ed interpretarle in modo coerente con il proprio vissuto.

Per leggere tutto l’articolo scarica il PDF sotto al titolo

Condividi questo articolo...Share on Facebook
Facebook
20Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin