Nasce l’Associazione Diritto e Psicologia

“Sia il diritto che la psicologia si occupano prevalentemente del comportamento umano: l’uno per indicare ciò che è vietato e ciò che è lecito; l’altra per spiegare la motivazione del comportamento e dei conflitti umani e per diagnosticarli in relazione a differenti variabili” [Haward, 1981; cit. in Gulotta G., (a cura di) “Trattato di psicologia giudiziaria”].

La giurisprudenza ha il bisogno e l’esigenza di accertare e verificare la verità, quindi si propone di stabilire cosa è concesso o cosa è proibito e quali sono i rimedi a disposizione di chi abbia subito la lesione di un proprio diritto; diversamente, la psicologia offre importanza alla comprensione del come agisce ed opera un insieme di elementi molto articolati che sono in relazione tra loro.

La giurisprudenza esamina e valuta le condizioni alla luce di un sistema logico determinato e stabilisce l’esistenza o meno di vari presupposti che giustificano l’azione giuridica e di applicazione della legge; la psicologia, viceversa,  si propone di rappresentare una realtà più sfumata, formata da elementi che si modificano in continuazione, sia di contenuto che di intensità, in base al rapporto che questi assumono in relazione ad altre variabili non sempre esplicite.

L’A. I. D. E. P., Associazione Italiana Diritto e Psicologia, formata da professionisti quali:

– avv. Chiara de Simone, – avv. Michela Iazzetta, – avv. Valeria Porcari, – avv. Gioia Romano,- avv. Marica Zitarelli, – dr. ssa Giuseppina Gavillucci, Sociologa, Mediatrice Familiare – dr. ssa Alessia Micoli, Psicologa, Criminologa, Dottore di ricerca in Medicina Legale e Scienze Forensi, perito e consulente autorità giudiziarie, esperta in Psicologia Giuridica e Psicopatologia Forense, – dr. ssa Rosaria Pannella, Psicologa, Psicoterapeuta Sistemico- Relazionale, Esperta in Psicologia Giuridica, che operano nel campo della giurisprudenza e della psicologia, rappresenta un momento di sintesi tra le due scienze; si incontrano e si sposano aspetti propri di chi ha la necessità di risolvere problematiche ontologiche interpretando le norme e di chi cerca di stabilire quali siano le dinamiche che disciplinano il comportamento umano.

Difatti, non sempre l’essere umano e’ in grado di risolvere questioni che si presentano nella quotidianità senza l’aiuto di “addetti ai lavori” che: nel settore della psicologia, più di ogni altro hanno le competenze per sciogliere i nodi più stretti dell’animo umano, che spesso si trova coinvolto in logiche egoistiche senza accorgersene, anche a discapito di mogli, mariti, figli e persone anziane; nel settore del diritto, illustrano le regole (norme) che disciplinano la convivenza umana, indicano se e in quale misura tali regole siano state violate, suggeriscono strade per la composizione bonaria del conflitto creatosi e, in difetto di composizione bonaria, indicano gli strumenti posti dall’ordinamento a tutela di chi abbia subito la lesione di un diritto. Uno degli obiettivi che si propone l’A. I. D. E. P. e’ proprio il conciliare la logica con il sentimento, la mente con il cuore, facendone fuoriuscire una soluzione dalla quale tutti i soggetti coinvolti (le famiglie, le vittime di abusi psicologici e fisici, i minori, la scuola) possano usufruire di strumenti di tutela e trarre il beneficio del buon vivere con serenità.

Per informazioni sull’associazione e per le adesioni rivolgersi ai numeri: 0773 602452- 335 1577967- 3476172522

E- mail: associazione.aidep@gmail.com

Condividi questo articolo...Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0