La Formazione dei Concetti

Secondo Vygotskij la formazione dei concetti, funzioni psichiche superiori, è costruita secondo fasi e modalità diverse, che egli studiò ideando il metodo della doppia stimolazione: si usano due stimoli diversi, materiale su cui agire (blocchi di legno diversi per forma e colore) e segni o mediatori simbolici che servano per organizzare l’attività pratica (sillabe scritte sotto ogni blocco). I bambini sottoposti all’esperimento dovevano raggruppare i blocchi di legno con lo stesso nome, per far ciò dovevano dunque usare i mediatori simbolici. Vygotskij identificò 4 fasi: fase dei mucchi, dove i blocchi sono raggruppati usando criteri soggettivi; fase dei complessi (età scolare), dove i bambini cercano di trovare criteri associativi oggettivi e non identificano le caratteristiche rilevanti: fase degli pseudoconcetti, in cui il raggruppamento è effettuato secondo le caratteristiche esterne dell’oggetto, perciò coincide con il concetto ma è solo una coincidenza esteriore; in questo periodo bambino e adulto comunicano ma condividono solo apparentemente i significati; fase dei concetti, il pensiero acquisisce astrazione e generalizzazione.
Per Vygotskij tutto lo sviluppo psicologico è questione di interiorizzazione di mediatori simbolici tra realtà esterna e attività soggettive.

Condividi questo articolo...Share on Facebook3Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento