Nel dettaglio

Il potenziale d’azione consiste in una ridistribuzione della carica elettrica da un capo all’altro della membrana.
La depolarizzazione della cellula durante il potenziale d’azione è causata dall’entrata di ioni sodio (Na+) attraverso la membrana, la ripolarizzazione è dovuta all’uscita di ioni potassio (K+).
Il movimento degli ioni attraverso la membrana influenza e determina il potenziale d’azione.
La membrana del neurone ideale è permeabile solo agli ioni K+. Quando la membrana viene depolarizzata fino al livello di soglia, si verifica un aumento transitorio di Na+. I canali selettivi per il sodio si aprono, cambiando la permeabilità dominante della membrana da K+ a Na+.
Dunque, nella fase crescente del potenziale d’azione, il flusso degli Na+ verso l’interno depolarizza il neurone fino a quando Vm si avvicina a 62mV.
Nella fase decrescente i canali selettivi per il sodio si chiudono improvvisamente, mente si aprono quelli per il potassio, cosicché la permeabilità dominante della membrana ritorna da Na+ a K+. Dunque, K+ esce dalla cellula fino a che Vm ritorna di nuovo uguale a K+ .
Il meccanismo del potenziale d’azione è causato dal movimento di ioni attraverso i canali, che si aprono o si chiudono in relazione ai cambiamenti del potenziale di membrana.

Condividi questo articolo...Share on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia un commento