Le cellule gangliari opponenti ai colori

Un’altra importante distinzione tra le cellule M e le cellule P è che le cellule P sono sensibili a differenze nelle lunghezze d’onda della luce. La maggior parte delle cellule P sono chiamate cellule opponenti ai colori, a causa del fatto che la risposta ad una lunghezza d’onda luminosa proiettata al centro del campo recettivo è annullata dalla proiezione di un’altra lunghezza d’onda nella periferia del campo recettivo. I colori che si annullano reciprocamente sono rosso-verde e giallo-blu. Con il centro del campo recettivo attivato principalmente dai coni rossi, di conseguenza, le cellule rispondono alla luce rossa generando potenziali d’azione. La risposta al rosso può essere annullata solo dalla luce verde in periferia.  Il principio di funzionamento dell´opponenza ai colori giallo-blu funziona è la stessa.

Condividi questo articolo...Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento